Località turistiche della Costa Smeralda

Oltre a Porto Cervo e Porto rotondo, esistono in Costa Smeralda altre importanti località turistiche che meritano di essere visitate.

Arzachena

Arzachena è situata nella parte nord-orientale della Sardegna, zona comunemente conosciuta con il nome di Gallura, e comprende tra le sue frazioni alcune note località turistiche balneari, quali Baja Sardinia, Porto Cervo e Cannigione. Il territorio comunale di Arzachena comprende circa 80 chilometri di coste, alcune sabbiose, altre a picco sul mare, che vanno a formare il fiordo del Golfo di Arzachena. Arzachena poggia su di un colle ed è sovrastata, ad est, da un'enorme roccia granitica a forma di fungo chiamata in dialetto gallurese Lu Monti Incappiddatu; i principali monumenti della cittadina gallurese sono la chiesa di Santa Lucia, risalente al XIII secolo, la chiesa di Santa Maria della Neve, e la chiesa di San Pietro, probabilmente risalente al XVIII secolo e recentemente restaurata, che ospita al suo interno una bellissima statua policroma raffigurante San Pietro.

Il territorio di Arzachena offre, oltre alle rinomate località balneari, interessanti itinerari culturali ed archeologici: sono infatti presenti diversi monumenti risalenti al periodo nuragico, come il nuraghe Albicciu, costruito ai piedi di un massiccio granitico, il Tempietto di Malchittu, di forma rettangolare con un abside sul quale venivano posti i doni dedicati alle divinità, la necropoli di Li Muri e la Tomba dei Giganti di Li Lolghi.

Baja Sardinia

La cittadina di Baja Sardinia (in gallurese Cala Battistoni), a 4 chilometri ad ovest di Porto Cervo, è una rinomata località turistica balneare, particolarmente apprezzata per la bellezza del paesaggio. Fino a pochi anni fa, in questo luogo vi era solo una spiaggia chiamata Battistoni, dal nome di un grosso custode delle fortezze militari poste sulle alture, e una chiesa campestre immersa nel verde nelle vicinanze del mare. Nel 1961 Domenico Gentili acquistò il suolo su cui sorge e trasformò il piccolo appezzamento di terra prospiciente alla spiaggia in una splendida località turistica. Oggi a Baja Sardinia sorgono una decina di alberghi ed altre strutture ricettive, come bed & breakfast e case vacanze, e si possono trovare diversi ristoranti che preparano i piatti tipici della cucina sarda e gallurese, insieme a negozi di prodotti tipici e di artigianato locale.

Il litorale di Baja Sardinia offre, oltre alle normali strutture balneari, la possibilità di praticare diversi sport, quali il tennis, il beach volley, il windsurf e la vela; i più piccoli possono invece divertirsi nel parco acquatico; inoltre, dal piccolo porto di Baja Sardinia partono ogni giorno imbarcazioni che effettuano il giro delle isole dell’arcipelago della Maddalena. Oltre che per l'attività balneare, Baja Sardinia è conosciuta per l'intensa vita mondana che di giorno ruota intorno alla vivace piazzetta che guarda la spiaggia, mentre di notte ha sede alla discoteca Ritual, la più bella e suggestiva dell'intera isola perchè situatata all'interno di un castello diroccato.

Liscia di Vacca

Negli anni '60, sulla scia dello sviluppo turistico inaugurato dal Consorzio Costa Smeralda, il territorio su cui si trovava il piccolo borgo di Liscia di Vacca, edificato intorno alla chiesetta della Madonna di Bonaria, è stato acquistato da un gruppo di aristocratici inglesi che hanno dato vita ad un elegante villaggio turistico costruito dall'architetto Savin Couelle secondo i canoni dell’architettura gallurese. Liscia di Vacca dispone di diversi servizi: ci sono ampi parcheggi, negozi, supermercati, un ben attrezzato centro commerciale, insieme a ristoranti e piano bar che diventano, durante il periodo estivo, punto d'incontro dei turisti della Costa Smeralda e del nord Sardegna.

Palau

Palau, la cui vita cittadina ruota intorno ai moli e agli ormeggi del porto turistico, è un'altra importante località turistica che offre villaggi, hotel, ristoranti e negozi. Qui si trova il famoso promontorio di Capo d’Orso, una grande roccia granitica scolpita dal vento dalla particolare forma, simile appunto ad un orso che guarda il mare. La costa di Palau offre una vasta scelta di spiagge, ognuna unica nel suo genere: da citare la spiaggia di Vena Longa, per il suo mare cristallino e la splendida macchia mediterranea che la circonda, Cala Capra, per la sua bellezza selvaggia e incontaminata, e le altre piccole spiagge e calette circondate da rocce granitiche che si trovano nel tratto costiero che va dal faro di Capo D'Orso fino a Porto Ulisse.

Poltu Quatu

Al momento della sua scoperta, Poltu Quatu era un fiordo di incomparabile bellezza, con rocce che affondavano nel mare smeraldino e graniti ricoperti di vegetazione selvatica. Poiché ben riparata dal mare e dal vento, Poltu Quatu è stato fin da subito utilizzato come approdo per le imbarcazioni, e con il tempo si è trasformato in un villaggio con i tratti tipici di un piccolo borgo di pescatori. Oltre alla moderna Marina, in grado di ospitare un gran numero di imbarcazioni, Poltu Quartu offre strutture ricettive, un centro diving, bar e ristoranti, negozi d'abbigliamento, e non ultimo il famoso locale Smaila's che fa di Poltu Quatu uno dei centri della vita mondana della Costa Smeralda.

Canniggione

Cannigione si trova sulla riva ovest del golfo di Arzachena, della quale è da sempre il porto naturale; ancora oggi Canniggione conserva i tratti dell’antico villaggio di pescatori che era un tempo, prima di essere scoperta dal turismo internazionale. Cannigione è dotato di tutti i servizi: hotel, campeggi, ristoranti tipici, negozi di artigianato e prodotti locali, nonché una scuola di vela. Dall’attrezzato porto turistico partono ogni giorno i traghetti per la Maddalena e le altre isole dell’arcipelago.

Portisco

Portisco, a pochi chilometri dalla città di Olbia, è immersa in una zona straordinaria dal punto di vista naturalistico e circondata dalle spiagge più belle della Costa Smeralda. Grazie al moderno porto di cui dispone, in grado di accogliere un gran numero di imbarcazioni, rappresenta un buon punto di partenza per esplorare tutta la fascia costiera.